Musica è: Pachelbel e Pier Cortese

(di Toto Pensabene e Mimmo Caruso)

Il Canone di Pachelbel ( Norimberga 1653 -1706 ) ha stimolato la sensibilità e creatività di molti musicisti, anche dilettanti che ne hanno sviluppato versioni in chiave rock da presentare in concerto su palcoscenico o, più frequentemente, su internet[1].
Le prime versioni moderne del Canone di Pachelbel alla chitarra elettrica sono state eseguite dai musicisti Joe Satriani e Yngwie Malmsteen., ma furono in effetti gli Aphrodite’s Child con Demis Roussos quale cantante solista nel  1968 ( e chi non lo ricorda ! )  ad ispirarsi al Canone  quando composero il  brano  Rain and Tears , ben noto ai frequentatori delle discoteche negli anni 60/70, e non si trattò nemmeno di un plagio poiché nell’etichetta del 45 giri tra gli autori venne riportato proprio Pachbel.
Il Canone venne composto nel 1680 ( Barocco ) per soli strumenti a corda ( violini e basso ) ma successivamente  il brano venne arrangiato per una maggiore varietà strumentale fino a raggiungere la forma di brano orchestrale

(S.P.)

Ci sono canzoni che ti trovano per caso e, per me, “Prima che cambierà” è una di queste.
Pier Cortese è un giovanissimo cantautore che ripercorre la tradizione romana dei testi ben scritti, fatti di parole che sanno toccare le corde giuste.
Nel 2000 partecipa alla sezione musicale del Giffoni film festival, e lo premia un meritatissimo secondo posto. Nel 2005 il successo del singolo Souvenir, seguito nel 2007 da una partecipazione sfortunata nella categoria giovani del Festival di San Remo.
Due soli album per questo grande autore: “Contraddizioni” (Universal, 2006) ed il recentissimo “Nonostante tutto continuiamo a giocare a calcetto” (Universal, 2009).
Apripista di quest’ultimo lavoro è la canzone “Grazie”.
Una parola importante, che spesso dimentichiamo di usare.
Una parola forse “fuori moda”, che l’autore, che nel cognome porta un marchio di fabbrica, con delicatezza ci ricorda.

(M.C.)

Annunci

Una Risposta

  1. Una piccola chicca: un’interpretazione di Rain and Tears per amatori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: