Il Mito in Sicilia oggi

(Gianfranco Romagnoli*)

Il 3 aprile 2005, nell’Auditorium del prestigioso Centro “Ettore Maiorana” di Erice, il Centro Internazionale di Studi sul Mito (CISM) inaugurava la propria attività pubblica con un convegno internazionale  sul tema Aspetti e forme del mito: la sacralità, i cui atti venivano pubblicati nello stesso anno per le edizioni Anteprima (ora Carlo Saladino Editore).
Il CISM era nato sul finire del 2001 a Recanati come “costola” del centro Nazionale di Studi Leopardiani, e veniva ospitato dal Centro Mondiale della Poesia e della Cultura “G. Leopardi” nella sua suggestiva sede, l’ex Convento di Santo Stefano che sorge sulla cima del Colle dell’Infinito, a confine con il giardino di Palazzo Leopardi. L’iniziativa muoveva dalla convinzione che il mito non consiste nelle “favole antiche”, ma è racconto di verità alla radice dell’identità culturale dei popoli e strumento di comprensione tra essi. Il Centro, fondato dal compianto On. Prof. Franco Foschi ed attualmente presieduto dal Prof. Sergio Sconocchia dell’Università di Trieste, associa docenti di varie Università Italiane e dell’Università Complutense di Madrid, nonché studiosi di varia estrazione interessati alle tematiche del mito e svolge attività di ricerca, convegnistica e di conferenze sul territorio.
Nell’autunno del 2005, nella considerazione che nessun’altra terra più della Sicilia fosse qualificata a parlare di miti, di cui conserva ancora viva l’eco in ogni parte del suo territorio,  veniva costituita la Delegazione Siciliana del CISM, forte di una cinquantina di soci tra cui un qualificato gruppo di Catania, che iniziava subito la sua attività con un ciclo annuale di conferenze e tavole rotonde tenute da soci o altre personalità della cultura, i cui testi sono pubblicati dall’Editore Saladino: in atto siamo felicemente giunti alla quinta stagione. Grazie ad un protocollo d’intesa con il Conservatorio “V. Bellini” di Palermo, alcune conferenze sono arricchite da concerti musicali, così come è stato fatto anche con l’AGIMUS  di Palermo.
La Delegazione Siciliana ha un proprio sito Internet (www.centrointernazionalestudisulmito.com) nel cui ambito, oltre a dare conto della propria attività, ha costituito una “Biblioteca Elettronica”, che ospita tra l’altro la nuova collana tematica “Argomenti”, nella quale ciascun e-book, che ha carattere “aperto”, raccoglie i testi delle conferenze, tavole rotonde e studi già prodotti o che verranno prodotti dal CISM su singoli temi. La pubblicazione in forma di e-book non esclude la successiva pubblicazione a stampa quando saranno superate le attuali difficoltà di reperire finanziamenti ad hoc, ma intende mettere da subito a disposizione degli studiosi i risultati scientifici conseguiti dal CISM nello svolgimento delle proprie attività istituzionali.
Altra iniziativa che fa capo al sito è l’istituzione di una pagina letteraria che pubblica, previo vaglio di un Comitato di Redazione presieduto dal Prof. Fabio Russo dell’Università di Trieste, testi teatrali, narrativi e poetici che propongano una rilettura attuale dei miti: le modalità di partecipazione sono specificate nel bando letterario Invito a scrivere, pubblicato nel sito stesso. Grazie ad una accordo raggiunto con il Dott. Luigi Gianfranco Consiglio, editore del giornale culturale Il Bandolo, tra le opere che il nostro Comitato di Redazione giudicherà le migliori di ciascuna delle dette sezioni, verrà assegnata una targa offerta all’autore di quella che  il giornale stesso riterrà la più meritevole sul piano della espressività artistica.
Tra le iniziative della Delegazione sono ancora da segnalare: Hispanidad, uno “spettacolo” realizzato lo scorso anno al Circolo Ufficiali, nel quale, intercalati dall’esecuzione di musiche barocche a cura dell’AGIMUS, sono stati recitati brani di commedie spagnole del Seicento da me tradotti (tra cui una su Santa Rosalia di Agustin de Salazar e una su San Benedetto il Moro di Antonio Mira de Amescua), insieme ad una mostra delle tavole realizzate dalla pittrice Carla Amirante per i miei libri sul teatro spagnolo; e ancora, patrocinata dal CISM e  realizzata la scorsa estate da Giovanni Isgrò davanti al Tempio Maggiore di Selinunte, la teatralizzazione della storia di Selinunte di Megara dalla fondazione al primo Cristianesimo.
E’ stata recentemente costituita la Delegazione CISM del Triveneto, che opera in collaborazione con l’ Accademia di Studi Medievali “Jaufrè Rudel” di Gradisca d’Isonzo.

* Prefetto – Vicepresidente e Delegato per la Sicilia del CISM

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: