La rivincita della lingua

(Gabriella Maggio)

Propongo due  poesie  di PIETRO MANZELLA  da  “ICARO O DEL DESIDERIO” PALERMO 2000, la prima per il simbolo positivo della conchiglia, la seconda per il sapore che il ricordo dà alla vita.

Una conchiglia -VIII

Una conchiglia

sulla sabbia

affiorata

dal mare azzurro

sulla bianca risacca

s’è posata

sopra i nostri piedi

nudi e bagnati

ed io l’ho raccolta

stringendola nel palmo

della mano.

Ho visto il sorriso XVIII

Ho fermato per un attimo

la corsa

per guardare

il sorriso del

respiro

quando affiora

al mattino

tra i miei pensieri

ed ho corso

ad aprire

la porta

della nostalgia

degli anni trascorsi

Ho contato le ore

e misurato gli spazi

annullati

dai volumi

dei nostri corpi

-orizzonti variopinti-

e così mi sono abbandonato

al ricordo

assaporando l’esistenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: