POMERIGGIO CULTURALE SU PALERMO NORMANNO-SVEVA TRA STORIA E LEGGENDA

(Gabriella Maggio)

Il 30 aprile pomeriggio presso l’Hotel Excelsior Hilton di Palermo Pasquale Hamel e Leda Melluso hanno conversato con un pubblico curioso e molto interessato su Palermo normanno-sveva. L’argomento sempre vivo nell’immaginario dei Siciliani è stato sviluppato da punti di vista diversi. Leda Melluso l’ ha affrontato da quello romanzesco, è infatti autrice del romanzo” La ragazza dal volto d’ambra” ,  edizioni PIEMME ,che mescola storia ed invenzione in maniera accattivante ed interessante, fornendoci una chiara esemplificazione del moderno romanzo storico. Pasquale Hamel autore de “ L’invenzione del regno” Nuova Ipsa Editore,  ha affrontato  il periodo normanno e federiciano da un punto di vista strettamente storico, mettendo in rilievo che lo sviluppo economico della Sicilia in epoca normanna è la diretta conseguenza della “convivenza” tra popoli diversi realizzatasi nel  Regnum Siciliae.  Il periodo federiciano, secondo lo storico, così come è conosciuto generalmente, si regge su luoghi comuni, che vanno superati. Infatti pur riconoscendo  l’abilità politica dello Stupor Mundi, ne sottolinea come Leda Melluso, la spietatezza e la determinazione ad affermare il proprio prestigio ed autorità anche sacrificando numerose vite umane. Lucida ed apprezzata dall’uditorio attento è stata la sua trattazione della nascita di Federico II, della figura di Costanza e del sostanziale disinteresse dell’Imperatore per l’isola.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: